Posted on

Cassini ai confini della vita

Saturno

La sonda Cassini, missione congiunta tra NASAESA (con un ruolo importantissimo dell’ASI) il primo luglio entrerà in orbita del Signore degli Anelli, dopo un viaggio durato quasi 7 anni.

Una caratteristica che abbiamo già riscontrato è la qualità superba delle foto pervenuteci a Terra durante le ultime settimane, quando Cassini era in posizione adatta per riprendere Saturno con tutti i suoi imperiosi quanto sottilissimi anelli di polvere. Gli esperti sono molto entusiasti perché credono che le fotografie che ci arriveranno entro i prossimi quattro anni ci lasceranno a bocca aperta.

L’Agenzia Spaziale Italiana si è dedicata a gran parte delle strumentazioni di bordo.

Ma Cassini non è andata così lontano solo per scattare belle foto. Il suo compito è consentirci di trarre conclusioni sulle origini del Sistema Solare e della vita.

Nel gennaio 2005, la sonda sgancerà  una navicella, Huygens, che precipiterà dentro l’atmosfera del satellite Titano. Unico satellite del Sistema Solare avvolto da un’atmosfera di gas. Si pensa che la composizione della sua atmosfera assomigli molto a quella della Terra primordiale, con una miscela di gas e forse di molecole organiche che potrebbero essere i presupposti per una futura vita microscopica.

Qui di seguito riportiamo alcune sensazionali foto di Saturno, dallo spazio.

Clicca sulle immagini per ingrandire (Credits: NASA/ESA)

Saturno

Saturno