Posted on

Guida all’acquisto: stampanti

Quante volte ci sarà capitato di trovare offerte a prezzi imbattibili in questo e quel centro commerciale o rivenditore non specializzato: così, tornavamo a casa felici di aver risparmiato quel 30% sul prezzo di listino, in barba al nostro tecnico che non voleva farci neanche un euro di sconto!!! Ma, proprio quel tecnico sghignazzava sotto i baffi: infatti, tornati a casa, mille problemi affligevano il nostro computer, che non ne voleva sapere di stampare le nostre foto; e allora giù di corsa a farci configurare e sistemare il tutto: con l’intervento tecnico, la nostra bella stampante veniva a costare un occhio della testa, e addio super-sconto. Il primo consiglio che posso darvi pertanto è il seguente, corroborato peraltro da anni di esperienza, mia e di tutti i miei amici che per non scendere giù dal tecnico venivano a chiedermi aiuto: non fidatevi mai dei volantini, specialmente quelli dei grandi centri commerciali.

Spesso infatti sono solo uno specchietto per le allodole: la merce non corrisponde; il prezzo non è quello; l’apparecchio è difettoso; ma soprattutto, assistenza tecnica ZERO, fattore importantissimo soprattutto per chi è alle prime armi.

Ma non per questo dobbiamo andare al centro di computer sperduto nella campagna: anche lì non possiamo fidarci del tutto di ciò che ci viene offerto; probabilmente, saranno molte le giacenze di magazzino che in qualche modo il rivenditore cercherà di appiopparvi, nei casi peggiori anche cercando di contraffare le merce “invendibile”, vendendovi una vecchia stampante come l’ultimo modello uscito. Tuttavia, non è necessario neanche recarsi nelle grandi catene specializzate: è vero che l’assistenza quasi sempre è ottima, e diventando clienti, col tempo si fanno ottimi acquisti, ma gli sconti spesso sono risicati all’euro, poiché dipendono da un centro superiore a loro stessi. Il secondo consiglio che mi sento di dare è che il compromesso a volte è proprio il negozio sotto casa: c’è assistenza in caso di problemi, peraltro molto veloce, ed è più facile “fare gli occhi dolci” a chi sta dietro il bancone; magari, in fase d’acquisto, portatevi dietro chi capisce qualcosa in più di voi (controllando che non sia il fratello del rivenditore…). Il terzo e per ora ultimo consiglio Ã¨ il seguente: non dimenticatevi mai di farvi stampare le schede tecniche dei prodotti che comprate e di controllare accuratamente che il contenuto della confezione corrisponda a quanto riportato nel libretto di istruzioni (nonché alla stessa scheda tecnica), in particolare che sia presente il disco-driver: spesso infatti non sempre la corrispondenza dei dati è precisa; in questo caso, si possono ottenere anche agevolazioni per i futuri acquisti, o materiale gratuito che vada ad integrare la laguna tecnica riscontrata. Per il momento vi lascio, ma vi aspetto il mese prossimo su questa stessa pagina per i nuovi consigli, non mancate…

In questo mese: stampanti multifunzione

Oramai, con tutto ciò che ci viene profilato dal mercato hi-tech, è sempre più indispensabile mirare al massimo del rapporto qualità/costo, con ben due occhi allo spazio occupato da queste diavolerie tecnologiche sulle nostre scrivanie. In tema di stampanti, credo che tutto ciò si possa sintetizzare in una “multifunzione”: con un centinaio d’euro, portiamo a casa una stampante fotografica, uno scanner con funzioni di fotocopiatrice, eventualmente anche un modem/fax, il tutto occupando uno spazio poco più grande di un foglio A4, appunto il massimo nella convenienza spesa sostenuta/materiale acquistato. Ma prima di cominciare la nostra disamina tecnica, non posso esimermi dal ricordarvi di dover sapere bene l’uso che ne faremo di tutto ciò: se siamo dei fotografi professionisti, la qualità offerta dalle stampanti multifunzione ancora non compete con quelle macchine singole che ci svuotano il portafogli!!! Adesso possiamo cominciare.

Come detto, sebbene le stampanti multifunzione facciano molte cose, difficilmente raggiungono l’eccellenza in esse. Possiamo ridurre a quattro le categorie fondamentali nelle quali trovare le caratteristiche che a noi sono più congeniali. Vediamole:

a)Qualità di stampa: Ã¨ semplice da valutare. Basta guardare il foglio stampato: l’accuratezza delle curve del testo, la nitidezza dei piccoli particolari nelle foto, l’assenza di banding (strisce bianche) sono fattori determinanti. Alcune stampanti tuttavia possono essere ottime per il testo, ma scadenti per le foto, e viceversa. Informatevi inoltre se possono riprodurre foto senza bordi (sia su A4 che su carta dedicata 10×15 cm), e se possono montare o meno cartucce fotografiche (quelle che contengono ciano pastello e magenta pastello per stampe in esacromia) che permettono sfumature brillanti senza imperfezioni visibili ad occhio nudo.

b)Costi di gestione: la spesa per le cartucce alla lunga può farci vanificare la lunga ricerca di una buona stampante a basso prezzo. Molte riviste ci vengono in aiuto: calcolando la quantità di inchiostro erogato dalle testine sulla carta, hanno calcolato quanto ci costa un foglio stampato; può variare dai 3 ai 12 centesimi di euro. È molto facile trovare stampanti Lexmark a bassissimo prezzo (anche 40€), ma la stampa di una pagina di testo ci costa 12 cent./€, mentre la stessa pagina stampata con una Epson ne costa solamente 3!!! Capite che, essendo la stampante un oggetto che deve durare almeno 2 o 3 anni…

c)Scanner: La qualità di scansione non è fondamentale se vogliamo riprodurre testi: per di più, possiamo farlo a colori risparmiando fino al 70% rispetto ad una copisteria. Ugualmente, se usiamo la funzione di OCR per digitalizzare i testi, non ci serve una grossa risoluzione; idem per le foto comuni: i risultati sono più che ottimi, e le piccole imperfezioni possono essere corrette con un comune software di fotoritocco. Più complesso il discorso per i professionisti: se volete scandire foto per la stampa o per progetti in DTP, dovrete ricercare il massimo, poiché software e driver aggiornati non servono a migliorare molto.

d)Fotocopiatrice e fax: l’unica raccomandazione è valutare la velocità di stampa, proporzionale alla qualità. In un ufficio, stampare una pagina in 30 secondi potrebbe essere disagevole se dobbiamo fotocopiare un’intera pratica, mentre in casa, potremmo essere più interessati alla possibilità di modificare i parametri in base all’esigenza del momento. Tramite computer, tutte le multifunzione possono essere usate per inviare un fax: chi però ne fa un uso intensivo, potrebbe essere più attratto dai modelli che lo montano “di serie”.

Dopo quanto si è detto, tiriamo le somme per quello che ci riguarda: ognuno di noi appassionati astrofili vorrebbe vedere incorniciata la bellissima foto di quella tal galassia, oppure creare un videoCD senza dover per forza comprare una fotocamera digitale. Purtroppo, per i nostri scopi, la parola “risparmio” non ci è amica: infinitesimi particolari, e gli splendidi colori che il cosmo ci offre non possono essere riprodotti senza stampanti di gran livello che utilizzino l’esacromia; e come si sa, la qualità costa molto… In tal senso, valutate attentamente il vostro grado di astrofilia: se volete una collezione di foto raccolte in un album, privilegiate ad occhi chiusi la qualità di stampa; meglio spendere un centinaio di euro in più acquistando una buona digitale: recupereremo i costi nel tempo, risparmiando sullo sviluppo del rullino, altrimenti l’unica soluzione è acquistare scanner e stampante separatamente. Se invece vi piace appassionare i vostri amici tutti comodamente spaparanzati sul divano, ma volete assolutamente rimanere fedeli alla vostra meccanica, privilegiate la qualità di scansione: altrimenti, anche in questo caso l’unica soluzione è l’acquisto separato dei vari pezzi. Se volete comunque ulteriori chiarimenti e consigli in base alla vostra situazione, non esitate a scrivermi a questo indirizzo: smagicsim@freehtml.it (ricordatevi di togliere la S iniziale: Ã¨ per evitare lo spam). In ogni caso, non perdetevi il focus sulle stampanti multifunzione di QualeComputer n. 59 dicembre 2004, al quale questo articolo è ispirato.

 Focus on

Lexmark X5250 Costo: 149,00€           Street price: 93,00€ ca.

Un design non certo eccelso, dei costi di gestione a mio giudizio troppo elevati, una qualità di stampa e di scansione troppo scadente per chi vuole almeno una volta incorniciare una vecchia foto ricordo da restaurare, fanno retrocedere questa multifunzione in una ipotetica serie C delle stampanti. A meno che il risparmio a oltranza non sia il vostro unico metro di giudizio, troverete sicuramente migliori funzionalità in altri prodotti della stessa fascia.

Canon SmartBase MP730 Photo Costo: 429,00€           Street price: 300,00€ ca.

Ottimo da utilizzare anche come “decorazione” grazie ad un design particolarmente aggressivo, la sua qualità di stampa è veramente notevole per le foto (meno per i testi) e i grafici, specialmente utilizzando carta fotografica; ottimo anche il driver TWAIN, ma la scansione è un po’ troppo lenta; da segnalare la presenza di un fax integrato e il software Omnipage SE in dotazione per le funzioni OCR, attualmente tra i migliori in questo campo. Buona la gestione a computer spento tramite il pannello frontale (che tuttavia richiede un certo livello di pratica), che anche grazie alla presenza di un caricatore per i documenti rendono questo macchinario particolarmente adatto per l’ufficio. Tuttavia, il prezzo è notevole, e nonostante i costi di gestione siano molto buoni, non è da consigliare all’home user.

Epson Stylus CX6600 Costo: 249,60€           Street price: 180,00€ ca.

Gradevole a vedersi, facile da gestire tramite i tasti funzione del pannello frontale, ha probabilmente il migliore scanner tra le multifunzione di questo focus on: risultati ottimi in breve tempo, a costo di un leggero rumore di fondo, anche in modalità fotocopiatrice. La lieta presenza di un lettore di memory card è vanificata da una qualità di stampa scadente, tanto con le foto quanto con i testi; per di più la stampante è di rara lentezza. Ha diverse funzioni, bassi costi di gestione, ma non potrete mai stampare una tesi di laurea.

HP PSC 1315 Costo: 120,00€           Street price: 115,00€ ca.

Possiamo definirla un piccolo gioiello: il design è un po’ squadrato, ma occupa meno spazio di uno scanner normale e costa davvero poco. La velocità non è tra le sue virtù, ma in compenso, la stampa di testo non ha eguali; i colori sono saturi e naturali, i grafici ben definiti: si può anche montare una cartuccia fotografica per stampare in esacromia, aumentando la qualità. Permette di risparmiare inchiostro grazie all’ottima modalità bozza. Lo scanner produce uno strano effetto grana: la grafica degenera rapidamente facendo copie di copie, mentre il testo rimane comunque nitido e leggibile. Non ha un lettore di memory card, ma presenta frontalmente la porta PictBridge USB per stampare direttamente da fotocamera. Il pannello di controllo è molto intuitivo, ma presenta poche impostazioni regolabili a computer spento. Il software a corredo, sviluppato da HP è ricco e molto buono, mentre i costi di gestione rientrano nella normalità: in definitiva, è un’ottima scelta che teme pochi confronti; insomma, una stampante di serie A.

Sotto la lente d’ingrandimento: HP PSC 1350 all-in-one

Costo: 149,00€           Street price: 130,00€ ca.

Occasione particolare per questo articolo è parlare della stampante da me acquistata pochi giorni orsono. Le impostazioni di base sono le stesse del modello 1315: in aggiunta, al posto del collegamento PictBridge monta un lettore di memory card. Identico il design e il pannello di controllo, è invece leggermente superiore la risoluzione dello scanner. Ma vediamo dettagliatamente le specifiche tecniche di questa splendida multifunzione:

Tipo di stampa:                                               getto d’inchistro

Stampa a colori:                                              di serie

Tecnologia di stampa:                                      getto termico d’inchiostro

Cartucce numero e tipo:                                   1 nero, 1 colori (CYM)

Cartuccia fotografica:                                       opzionale

Velocità di stampa nero:                                   17 pagine/min.

Velocità di stampa colori:                                 12 pagine/min.

Risoluzione stampa nero:                                  4800 dpi max

Risoluzione stampa colore:                               4800 dpi max

Formato carta:                                                 A4

Tipo carta:                                                       normale o fotografica

Cassetto carta:                                                 max 100 fogli

Funzioni copiatrice:                                          si

Velocità copiatura nero:                                   17 pagine/min.

Velocità copiatura colore:                                12 pagine/min.

Riduzione/ingrandimento:                                  50 – 400 %

Numero copie in automatico:                            50

Funzione scanner:                                            si

Tipo scanner:                                                   a piano fisso

Acquisizione immagini a colori:                         si

Formato di acquisizione max:                           A4

Coperchio superficie scansione:                       fisso

Risoluzione scansione ottica hw:                       600×2400 dpi max

Risoluzione scansione ottica interpolata:           600×2400 dpi max

Colore, profondità interna:                               36 bit per pixel

Funzione fax:                                                   no

Tensione di alimentazione:                                230 V a.c. (Europa)

Dimensioni in cm:                                            50,4 x 43,7 x 29,6 cm

Garanzia:                                                         un anno

 Le velocità di stampa è sempre quella dichiarata dal produttore. I costi di gestione si aggirano intorno ai 10 cent. a pagina per le stampe di testi (22€ a cartuccia per 220 pagine) e 6,50 cent. a pagina per le stampe a colori (26€ per 390 pagine).